[PASSATENTO] #agendadeldivertimento calendario eventi concerti feste fiere e mercatini tra Cuneo e le sue valli del Piemonte

 

..non sapete cosa fare? ma come? Qui di seguito trovate un sacco di idee tra eventi, esposizioni, spettacoli e concerti live locali. Una selezione libera, fatta proprio per voi e per occupare al meglio il #tempolibero.. tra Cuneo e le sue valli. Un ricco calendario tra eventi, concerti, feste, fiere e mercatini tra la provincia Granda e le più belle valli del Piemonte

E20 #eventi

Vallera di Caraglio 2018
venerdì 17 agosto 2018
  • BUSCA – IL GRANDE MERCATO in Piazza Savoia
  • BUSCA – DIVINA live ore 21 alla Festa di San Vitale
  • CARAGLIO – R’N’B live ore 21 al Caffè Cavour
  • CENTALLO – MARIO JAY BEE djset a Roata Chiusani
  • CUNEO – ESTATE JUNTOS milonga ore 20 in Piazza Virginio
  • CUNEO – KOKI djset al Birrovia
  • MONDOVI’ – MOSTRA DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO
  • MONTEROSSO GRANA – FESTA DI SAN BARTOLOMEO in località Frise
sabato 18 agosto 2018
  • BUSCA – ITALIKA live ore 21 alla Festa di San Vitale
  • CARAGLIO – CHIARA ROSSO + ENZO FORNIONE live ore 21 al Caffè Cavour
  • CARAGLIO – FESTA DELLA VALLERA
  • CENTALLO – MARCO SKARICA + MARCO MARZI djset a Roata Chiusani
  • CUNEO – DEBER orchestra ore 21 in Piazza Virginio
  • CUNEO – TONY B. djset al Birrovia
  • LIMONE PIEMONTE – MERCATINO DELL’ANTIQUARIATO a Limonetto
  • MONDOVI’ – MOSTRA DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO
  • MONTEROSSO GRANA – FESTA DI SAN BARTOLOMEO in località Frise
  • SALUZZO – IL GRANDE MERCATO nel Concentrico e via Don Soleri
domenica 19 agosto 2018
  • BUSCA – MICHAEL CAPUANO serata danzante ore 21 + SPETTACOLO PIROTECNICO ore 22 alla Festa di San Vitale
  • CARAGLIO – FESTA DELLA VALLERA
  • CUNEO – MANO MANITA live ore 21 al Birrovia
  • MONDOVI’ – MOSTRA DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO
  • MONTEROSSO GRANA – BODI FEST + FESTA DI SAN BARTOLOMEO in località Frise
lunedì 20 agosto 2018
  • CARAGLIO – FESTA DELLA VALLERA
  • COUMBOSCURO – ROUMIAGE
  • DRONERO – IL GRANDE MERCATO in Piazza Martiri delle Libertà
  • MONTEROSSO GRANA – FESTA DI SAN BARTOLOMEO in località Frise
  • ROATA CANALE – ROATHARLEY festa patronale
martedì 21 agosto 2018
  • CARAGLIO – FESTA DELLA VALLERA
  • COUMBOSCURO – ROUMIAGE
  • CUNEO – IL GRANDE MERCATO piazza Galimberti
  • MONTEROSSO GRANA – FESTA DI SAN BARTOLOMEO in località Frise
mercoledì 22 agosto 2018
giovedì 23 agosto 2018
  • CARAGLIO – FESTA DELLA VALLERA
  • COUMBOSCURO – ROUMIAGE
  • CUNEO – CINEMA SOTTO LE STELLE proiezione del film LA MIA VITA DA ZUCCHINA ore 21 al Crocevia46
  • CUNEO – VISIONI inaugurazione della mostra ore 18.30 al Beertola
  • FOSSANO – CLUSTER & FRIENDS al Vocalmente Festival
  • VALGRANA – UOMINI DI DIO Sconfinamenti. Cinema sotto i cieli della Valle Grana ore 21.30 Santa Maria della Valle
  • VINADIO – KETAMA 126 + RKOMI + PINGUINI TATTICI + NUCLEARI + GALEFFI + TUTTAFUFFA al Balla coi Cinghili music festival

exPO & COOLtour #musei

caraglio Filatoio

  • CARAGLIO – MUSEO DEL SETIFICIO PIEMONTESE a Il Filatoio da giovedì a sabato ore 14.30/19.00 – domenica e festivi ore 10/19
  • CARAGLIO – UN COLLEZIONISTA DI MODA abiti e documenti dalla raccolta di Francesco Campidori aperta fino al 16 settembre
  • CARAGLIO – DIALOGHI DI FILI opere della Collezione Civica di Fiber Art “Trame d’Autore” della Città di Chieri visitabili fino al 30 settembre
  • CARAGLIO – ALCHIMIE visitabili fino al 23 settembre
  • CRAVA-MOROZZO uno dei più importanti ambienti umidi del Piemonte meridionale tutelato già dal 1979 come Oasi della LIPU
  • CHIUSA PESIO – CERTOSA DI PESIO immersa nel silenzio della natura alpina, è un luogo per chi sente il bisogno di tuffarsi nell’infinito
  • CUNEO – BOB KENNEDY [THE DREAM] emotional experience presso lo Spazio Innov@zione della Fondazione CRC aperta fino a 19 dicembre
  • CUNEO – COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO + mostra temporanea MICHELE PELLEGRINO. UNA PARABOLA FOTOGRAFICA fino al 30 settembre
  • DRONERO – RE SOLE [REX CHRISTIANISSIMUS] esposizione temporanea al Espaci Occitan
  • FOSSANO – L’ARTE SALVATA al Museo Diocesano fino al 9 settembre
  • MANTA – CASTELLO DELLA MANTA una fortezza medievale dal fascino severo, che nel suo salone baronale custodisce una delle più stupefacenti testimonianze della pittura tardogotica profana, ispirata ai temi dei romanzi cavallereschi
  • MONFORTE D’ALBA – IDENTITA’ DIFFORMI di Mario Dondero e Lorenzo Foglio alla Fondazione Bottari Lattes fino al 22 luglio
  • PRADLEVES – GENT DE PRADIEVE alla Centrale Gallina fino al 19 agosto
  • REVELLO – ABBAZIA DI STAFFARDA
  • VALDIERI – I SAVOIA [IN VALLE GESSO] al Museo Civiltà di Segale fino al 30 settembre
  • VALGRANA – CHIESA DI SANTA MARIA DELLA VALLE 
  • VICOFORTE MONDOVI’ – MAGNIFICAT visita al Santuario una chiesa monumentale, tra le più importanti del Piemonte, la cui cupola con sezione orizzontale ellittica più grande al mondo
  • VILLAR SAN COSTANZO – RISERVA NATURALE DEI CICIU formazioni geomorfologiche dall’aspetto simile a grossi funghi, immerse in un’area naturalistica di grande pregio
  • VINADIO – MONTAGNA IN MOVIMENTO + MESSAGGERI ALATI + GIALLO FORTE percorsi multimediali al Forte aperti fino al 28 ottobre

  • roumiage 2018 2

caraglio 2018 4

caraglio 2018 1

Caraglio 2018 Fiera d'autunno

caraglio 2018 6

Annunci

Domenica a Monterosso Grana si festeggia la patata. Arriva la “Body Fest”

bodyfest.JPG

Domenica 19 agosto, nel caratteristico e ameno borgo montano di Monterosso , posto nel centro della piccola ma pimpante e affascinante Valle Grana, si svolgerà la Bodi Fest edizione 2018: mostra, mercato e gastronomia della storica patata Piatlina e della patata Ciarda coltivata localmente.

 

Quest’anno, inoltre, grazie alla rinnovata collaborazione con l’iniziativa EXPA (Esperienze X Persone Appassionate) coordinata dall’Ecomuseo Terre del Castelmagno, l’associazione culturale Cevitou e i bravi ristoratori del luogo, vedrà la luce un nuovo progetto promozionale che armonizza territorio, natura, fiaba e gusto tipico con protagoniste le festeggiate patate

BODI TOUR

Un facile, piacevole e fantastico percorso, denominato il Sentiero dei Sarvanot (il sentiero dei folletti), adatto a alle famiglie e che si snoda ad anello attorno al villaggio di Monterosso. Il percorso prevede un interessantissimo laboratorio didattico e gustose tappe dove, i nostri bravi ristoratori, proporranno delle delizie tipiche particolarmente  locali come la Tourto Mato (Torta Matta), i Subric (tradizionali polpette) e altro, i Bodi en Balo e Aioli (patate arrostite alla salsa di aglio),i deliziosi dolci del territorio. Infine per i più grandi, se lo desiderano, il caffè e digestivo. Al ritorno, nel primo pomeriggio in piazza davanti al sagrato della chiesa del Borgo dove si svolgerà già dal mattino (ore 9) la mostra mercato, due ore di allegra musica d’Oc allieteranno il finale di questa auspicabile bella esperienza.

Il costo previsto, davvero promozionale, è di 12 euro per gli adulti e di 10 euro per i bimbi di età inferiore ai 10 anni (in questa quota è compresa la partecipazione al laboratorio didattico). I posti sono limitati, quindi se si è interessati è necessaria la prenotazione, entro 17 agosto, al numero tel. 3294286890.

 


Cosa altro c’è in Valle Grana da visitare in quel periodo?
  • Senz’altro la suggestiva borgata di San Pietro, vicinissima a Monterosso, con i suoi Babaciu ovvero fantocci di paglia a grandezza naturale, che rappresentano  gli antichi abitanti del luogo , sparsi per le sue storiche vie e vicoli.
  • La tradizionale festa dedicata a San Bartolomeo, che si compie in questi stessi giorni, nel panoramico borgo alpino di Frise, a pochi chilometri da Monterosso, dove la leggenda si amalgama con la storia per le sue mitiche frazioni: i Sarasin e i Crosass ( i Saraceni e i Crociati).
  • La Festa di San Magno di Castelmagno, territorio alpestre in cui si produce il famoso formaggio omonimo. Sfilata della Baio (rievocazione dell’antica milizia popolare per la difesa del territorio) e corteo solenne al seguito della statua del santo attorno al Santuario. www.sanmagno.net;
  • La  storica Festa della Vallera – Magnifica e vivace frazione del comune di Caraglio, fresca e immersa nei castagni www.vallera.it/Facebookwww.gelapajo.it ;
  • Caraglio – capoluogo di Valle e il suo splendido Filatoio: antico edificio del 1600, il più antico setificio rimasto in Europa sede di numerose mostre importanti . In tale periodo sarà visibile la mostra “Alchimie – Trasformazione e ricerca”

Info:

 

Cinema all’aperto in Valle Grana

E’ iniziata la nuova stagione di cinema all’aperto, numerose sono le proiezioni d’autore che l’Associazione Contardo Ferrini di Caraglio organizza per l’estate, sotto i cieli dei diversi comuni della Valle Grana. Le proiezioni all’aperto si svolgeranno nei loghi più caratteristici della valle, permettendo così di apprezzare l’arte cinematografica in cornici suggestive sempre diverse e fuori dagli ordinari spazi dedicati alle proiezioni.

La partecipazione alla manifestazione è gratuita e si terrà ogni giovedì sera in location sempre diverse con inizio alle 21.30.

Cinema sotto le stelle Valle Grana Sconfinamenti

Trame dei film

ST. VINCENT. Maggie, mamma single che lavora come tecnica della TAC, si trasferisce assieme al figlio adottivo Oliver dopo che l’ex-marito, che l’ha tradita numerose volte, chiede il divorzio e l’affidamento del ragazzino. Il loro nuovo vicino di casa è l’indolente e indisponente Vincent MacKenna, un anziano reduce di guerra, accanito fumatore e dedito all’alcol e al gioco d’azzardo; l’uomo vive totalmente isolato, in una vecchia casa sporca e dal giardino trascurato; gli unici contatti che ha sono il suo gatto e Daka, una prostituta russa incinta che va da lui molto spesso. Maggie fatica molto sul nuovo posto di lavoro e spesso è costretta a svolgere dei turni massacranti che fanno sì che rincasi molto tardi. A scuola Oliver, che è piuttosto gracile rispetto alla media, viene ben presto preso di mira dai bulli, che lo derubano delle sue cose; privo delle chiavi di casa, Oliver rimane chiuso fuori, e decide di chiedere aiuto a Vincent, il quale, dapprima riluttante, lo accoglie in casa..

TUTTO QUELLO CHE VUOI. Alessandro è un ventiduenne trasteverino ignorante e turbolento; Giorgio un ottantacinquenne poeta dimenticato. I due vivono a pochi passi l’uno dall’altro, ma non si sono mai incontrati, finché Alessandro accetta malvolentieri un lavoro come accompagnatore di quell’elegante signore in passeggiate pomeridiane. Col passare dei giorni dalla mente un po’ smarrita dell’anziano poeta, e dai suoi versi, affiora progressivamente un ricordo del suo passato remoto: indizi di una vera e propria caccia al tesoro. Seguendoli, Alessandro si avventurerà insieme a Giorgio in un viaggio alla scoperta di quella ricchezza nascosta, e di quella celata nel suo stesso cuore..

PELE’. Il film narra la storia romanzata del calciatore Edson Arantes do Nascimento, divenuto celebre in tutto il mondo come Pelé, dall’infanzia difficile nella cittadina di Bauru e il rapporto con il padre Dondinho, fino alla vittoria del suo primo mondiale nel 1958 con la nazionale brasiliana a soli 17 anni..

TRASH. Come ogni giorno due ragazzini di una favela di Rio scavano fra i detriti di una discarica locale e non possono immaginare che il portafoglio appena trovato cambierà le loro esistenze per sempre. Solo quando si presenta la polizia, disponibile addirittura a offrire una generosa ricompensa per la restituzione, i ragazzi, Rafael e Gardo, realizzano di avere in mano qualcosa di molto importante. Dopo aver coinvolto l’amico Rato, il trio affronta una straordinaria avventura per scappare dalla polizia e scoprire i segreti contenuti nel portafoglio..

MORTO STALIN, SE NE FA UN ALTRO. Nella notte del 2 marzo 1953, c’è un uomo che sta morendo. Non si tratta di un uomo qualunque: è un tiranno, un sadico, un dittatore. E’ Joseph Stalin, il Segretario Generale dell’Unione Sovietica (che forse in questo momento si sta pentendo di aver fatto rinchiudere nei Gulag tutti i medici più capaci…). E’ lì lì, non ne avrà ancora per molto, sta per tirare le cuoia… e se ti giochi bene le tue carte, il suo successore potresti essere tu!..

ELLA & JOHN – THE LEISURE SEEKER. The Leisure Seeker è il soprannome del vecchio camper con cui Ella e John Spencer andavano in vacanza coi figli negli anni Settanta. Una mattina d’estate, per sfuggire ad un destino di cure mediche che li separerebbe per sempre, la coppia sorprende i figli ormai adulti e invadenti e sale a bordo di quel veicolo anacronistico per scaraventarsi avventurosamente giù per la Old Route 1, destinazione Key West. John è svanito e smemorato ma forte, Ella è acciaccata e fragile ma lucidissima, insieme sembrano comporre a malapena una persona sola e quel loro viaggio in un’America che non riconoscono più – tra momenti esilaranti ed altri di autentico terrore – è l’occasione per ripercorrere una storia d’amore coniugale nutrita da passione e devozione, ma anche da ossessioni segrete che riemergono brutalmente, regalando rivelazioni sorprendenti fino all’ultimo istante..

LA PELLE DEL ORSO. Il film si svolge negli anni ’50 nei pressi di un piccolo borgo delle Dolomiti. Pietro Sieff, considerato un perdente dagli abitanti del paese, vedovo da quando la moglie è morta in circostanze misteriose, è appena uscito di galera. Un giorno decide di riscattarsi accettando una scommessa potenzialmente pericolosa con il suo datore di lavoro Crepaz, padrone della cava di pietra. Sieff dovrà andare a caccia di un orso che sta aggredendo gli animali delle fattorie circostanti: se riuscirà a ucciderlo riceverà da Crepaz 600 lire, altrimenti dovrà lavorare come spaccapietre gratis per un anno. Parte con lui anche il figlio quattordicenne Domenico, con il quale non è in buoni rapporti. Questa avventura permetterà ai due di riavvicinarsi in tutti i sensi..

LA TARTARUGA ROSSA. Dopo un naufragio su un’isola tropicale popolata da granchi ed uccelli esotici, un uomo si trova a combattere per la sopravvivenza. Tenta più volte di fuggire dall’isola con una zattera da lui costruita, ma tutte le volte è ostacolato da una creatura sottomarina, una grande tartaruga rossa. Quando finalmente l’uomo ha il sopravvento sulla tartaruga, che è abbandonata sulla spiaggia a morire, compare sull’isola una donna misteriosa. L’uomo e la ragazza iniziano una vita tranquilla allietata dopo breve tempo dalla nascita di un figlio. Passano gli anni e quando il ragazzo è ormai adolescente, sull’isola si abbatte uno tsunami che distrugge gran parte della vegetazione. La madre si salva anche se ferita ad una gamba, ma il padre è trascinato al largo dalle acque ed è solo con l’aiuto di suo figlio, a sua volta aiutato da tre grandi tartarughe, che riesce a raggiungere a fatica l’isola. Passano ancora alcuni anni e il ragazzo, ormai diventato adulto, saluta i genitori e abbandona l’isola, accompagnato sempre dalle tre grandi tartarughe. L’uomo e la donna restano quindi di nuovo soli sulla loro isola, gli anni passano e i loro capelli, da scuri diventano grigi e poi bianchi, fino a che una mattina l’uomo non si risveglia più dal suo sonno. Dopo aver salutato per l’ultima volta il compagno di una vita, la grande tartaruga rossa, in cui si è di nuovo trasformata la donna, si avvia lentamente verso il mare da cui era venuta..

UOMINI DI DIO. Negli anni novanta, in un villaggio isolato tra i monti dell’Algeria, otto monaci cistercensi di origine francese vivono in armonia con i loro fratelli musulmani. Tuttavia quando un attacco terroristico sconvolge la regione, la pace e tranquillità che caratterizzavano la loro vita sono in procinto di essere cancellate. Man mano che la violenza e il terrore integralista della guerra civile si diffondono nella regione, i monaci si ritrovano davanti ad un bivio: decidere se rimanere o ritornare in Francia. Nonostante anche l’invito delle autorità ad andarsene, i monaci decidono di restare al loro posto pur di aiutare la popolazione locale, mettendo così in grave pericolo la loro stessa vita per amore di Cristo..

Cinema sotto le stelle 2018

Cinema sotto le stelle 2018

 

 

 

 

Vacanze in montagna tra Caraglio e la Valle Grana, borghi romantici di una valle ancora incontaminata

Cosa vedere e cosa fare a Caraglio, nel territorio della Valle Grana. Tra passeggiate romantiche, sport invernali ed escursioni tra le malghe della splendida cornice alpina.

cropped-img_20151107_124833.jpg

Situato tra la Valle Maira e la Valle Stura, Caraglio è il primo paese della Valle Grana, posto al suo imbocco è uno splendido borgo di origine prevalentemente rurale, probabilmente deve il suo nome al prodotto tipico del territorio ovvero l’Aglio.

aglio-di-caraglio-copertina

Conta poco quasi 7000 abitanti, si trova a circa 600 metri sul livello del mare, le cime di cui è circondato sono tra le più belle delle Alpi occidentali. Una piccola realtà che ha a cuore il suo passato rurale, dove ancora si trovano rustici e stalle pienamente operative, produttori agricoli e laboratori di tipicità locali ed antiche botteghe.

Foto Cremoso Peroso

Se le prime notizie sull’abitato di Caraglio risalgono a dopo l’anno Mille, si pensa che nella zona dell’attuale frazione San Lorenzo vi fosse insediamenti già in epoca romana e le montagne circostanti raccontano l’epoca preistorica. Le vicissitudini di questo comune vanno di pari passo con quelle delle realtà limitrofe, antichi scritti, leggende e raffigurazioni pittoriche raccontano addirittura la creazione di nuovi ed importanti borghi, tra cui la Città di Cuneo.

lettura

Ed è così che tra tragedie, riforma, controriforma, la cinta muraria, la pestilenza seicentesca, le invasioni gallo-ispaniche del settecento, il ritorno ai Savoia dopo le invasioni napoleoniche ottocentesca ed il generoso novecento, Caraglio è entrato nel nuovo millennio.

caraglio Filatoio

 

Le migliori aree attrezzate per picnic e grigliate all’aria aperta della Valle Grana in Piemonte, tra Caraglio e Castelmagno

 

“Le déjeuner sur l’herbe” Manet 1863

Se volete passare una bellissima domenica all’aperto a respirare aria buona, sappiate che in Piemonte, lungo la Valle Grana, tra Caraglio, Bernezzo, Valgrana, Monterosso Grana, Montemale, Pradleves e Castelmagno, troverete tantissime aree verdi attrezzate, dove potrete sostare liberamente, ricordandovi però sempre di rispettare la natura.

Quindi.. che aspettate? armatevi di coperte, tovaglie a quadretti, panini, insalatine, formaggi, salumi e tanta carne da cucinare alla brace ed andate alla ricerca di una piazzola per una colazione, un pranzo o una merenda sinoira all’aria aperta, l’occasione ideale per fare una gita o una scampagnata in Valle Grana.

…il termine “picnic” ha antiche origini francesi, definito dai dizionari come una parola composta da “pique”  (prendere o rubacchiare) e “nique” (roba di poco conto); un importante atto, fondamentale quando si vuole conoscere e vivere al meglio un territorio, ma soprattutto un gesto conviviale, di reciproca scoperta e scambiando di prelibatezze domestiche. Vera essenza dello slow-food, ovvero del mangiare per gustare lentamente, da farsi in comitiva, l’unico obbligo è che ciascun partecipante deve contribuire portando cibo o bevande che siano.

Solitamente è una mangiata fatta di pochi e semplici cibi, meglio se prodotti tipici locali, presi direttamente dalla propria cucina, da consumati al di fuori del rito del solito pasto, ovvero fatto attorno ad una tavola riccamente imbandita (così non è e non lo potrà mai ssere.. non lo è nella nostra tradizione, nemmeno impegnandoci..)

FOTO

In mappa troverete alcuni dei migliori posti che son riuscito ad individuare, son tutti facili da raggiungere e se dovessi averne tralasciato qualcono.. vi prego di segnalarlo qui sotto in calce come commento, così da poterlo integrare..


articolo a cura di Matteo Gazzera

BIG BENCH la panchina gigante Fuxia ed Azzurra di Caraglio

La BIG BENCH di Caraglio è una panchina gigante, colorata di azzurro e fuxia e offre un insolito sguardo verso la Valle Grana.

Figlia dell’iniziativa no profit Big Bench Community Project promossa dal designer americano Chris Bangle e sua moglie Catherine.

IMG-20170412-WA0001
foto by Meddye

Realizzata grazie all’associazione Piccolo Teatro Caragliese a sostegno della comunità locale.

Un tassello importante per il turismo locale, sempre più green, un motivo in più per valorizzare il territorio, le eccellenze artigiane ed il bellissimo paesaggio di cui si trova immersa.

Big Bench Matteo Gazzera
foto by Meddye

Un’installazione coloratissima, fuori scala e fruibile da tutti; che vi stupirà, lasciandovi a bocca aperta. Un consiglio.. saliteci di schiena 😉

“Il cambio di prospettiva dato dalle dimensioni della panchina, fa sentire chi vi siede come un bambino, capace di meravigliarsi della bellezza del paesaggio con uno sguardo nuovo”

Piccola curiosità

Per chi non lo sapesse la panchina gigante ha una sorellina color rosso pomodoro, si trova sempre a Caraglio di fronte a Il Filatoio, è raggiungibile anche a piedi proseguendo la “passeggiata verde” in direzione dello stesso


Come ci si arriva (15 minuti – 0.9 km)

Da via Roma prosegui in direzione Piazza Martiri della Libertà, dall’ingresso di via Angelo Brofferio accedi alla “Scala Santa” e percorrila per arrivare al piazzale della Chiesa di San Giovanni Battista, all’imbocco del piazzale troveri una strada per ridiscendere l’altro versante della Chiesa, imboccala e gira subito a sinistra. Entrerai nel bosco della Collina del Castello. Una leggera salita ti accompagna lungo un breve sentiero immmerso nella natura boschiva collinare e ti porterà ad una strada carrozzabile sterrata. Imboccala sempre in direzione sinistra e percorrila fino che non giungerai ad un muretto di recinzione privata con portone in ferro battuto sostenuto da due bellissmi pilastri, girati e guardati in torno perché sei giunto a destinazione, la big bench si trova in uno spicchio di terra triangolare in direzione Santuario della Madonna del Castello.

Big Bench percorso Caraglio Matteo Gazzera


Vuoi visitare e conoscere l’intero circuito delle Panchine Giganti promosso dalla BBCP – Big Bench Comunity Project? Qui trovi la mappa aggiornata

BBCP_map Dolce Caraglio Matteo Gazzera

Fonte:

Dove MANGIARE. Breve guida sulla ristorazione locale tra Caraglio e la Valle Grana

buy-eat



——— CARAGLIO ———



Ristorante

BOLLICINE Lounge Bar & Disco Restaurant in Via Divisione Cuneense 19 a Caraglio (+39)0171618899 (+39)3288973147 chiuso il martedì “Cucina multietnica in un locale moderno con ambiente minimal, per trascorrere una serata completa dall’aperitivo, alla cena e oltre. Il venerdì sera con musica lounge dal vivo ed il sabato discorante”


FONTANA ORO in Via Fontana Oro 83 a Caraglio (+39)0171619912 (+39)3493957746 chiuso il lunedì ed il martedì “Cucina tipica piemontese in un locale molto bello e ben curato, con un ampio spazio esterno e giochi per bambini”


IL PORTICHETTO in Via Roma 178 a Caraglio (+39)0171817575 chiuso la domenica sera ed il lunedì “In un ambiente raffinato e curato nei particolari, gioviale nel servizio e con una curata la presentazione dei cibi della tipica cucina piemontese e occitana, ma dal classico menu. Numerose le specialità di stagione, tra cui: fiorellino al sale con crema di verdure, gnocchi al castelmagno, agnolotti al plin, coniglio al ginepro, carrè alle castagne, bonet”


IL QUADRIFOGLIO in Via CLN 20 a Caraglio (+39)0171619685 (+39)3481524916 (+39)3205732395 chiuso il lunedì “Cucina piemontese, internazionale e pizzeria”


LA CANEBIERE in Via Mazzini 37 a Caraglio (+39)3407001734 o (+39)3458789579 chiuso il martedì “Ristorante per pranzi di lavoro e menù alla carta. Propone una selezione di vini italiani e francesi”


PAGODA Restaurant Cafè in Via Divisione Cuneense 10 a Caraglio (+39)0171 619292 “Ambiente piacevole, moderno e di classe, in un locale molto ben arredato, con ampi spazi tra i tavoli. I piatti, di qualità e ben curati, sono accompagnati da una ottima selezione di vini”


Agriturismo

CASCINA ROSA Agriristoro in Località Bottonasco 28 a Caraglio (+39)0171619741 aperto il sabato sera e gradita la prenotazione “Prodotti biologici e di stagione. Cucina ad indirizzo vegetariano”


Osteria

DEI CACCIATORI in Frazione Vallera 74 a Caraglio (+39)0171619289 chiuso il mercoledì “Cucina tipica piemontese”


PASCHERA “I Culumbot” in Frazione Paschera San Defendente 62 a Caraglio (+39)0171817286 gradita la prenotazione Piatti tradizionali piemontesi, cucinati con cura e prodotti del territorio. Punta di diamante è il piccione arrosto, cotto sulla stufa a legna ed allevato in loco”


Pizzeria

DA CIANCI in frazione Palazzasso 43 a Caraglio (+39)3922960922 aperto tutti i giorni a pranzo ed a cena


EUROPIZZA 2 in Via Roma 203 a Caraglio (+39)0171619410 chiuso il lunedì “Ottima pizza in loco e da asporto, anche al metro, con servizio trasporto a domicilio veloce e preciso”


LA GROTTA in Via Roma, 34 a Caraglio (+39)0171618745 Chiuso il martedì


TAVERNA PARADISO in Piazza Martiri della Libertà 13 a Caraglio (+39)0171817393 Chiuso il lunedì a pranzo


Trattoria

DA EMY in Via Busca 77  a Caraglio Frazione Palazzasso (+39)0171619287 Chiuso il sabato. Cucina piemontese, specialità fritto misto alla piemontese


Bar

Caffè CAVOUR in Piazza Cavour 4 a Caraglio (+39)3285366790 Chiuso il lunedì


Caffè PORTICI in Piazza Madre Teresa 1 a Caraglio (+39)0171619701


Caffè of TAMPA in Via Roma 23 a Caraglio (+39)3495353683 Il venerdì aperto dalle 18.00


Caffè NAZIONALE in Via Roma 71 a Caraglio (+39)0171618412 Chiuso il giovedì e la domenica pomeriggio


CORONA GROSSA in Via Roma 145 a Caraglio (+39)3450987726


GRAN CAFFE’ in Via Roma 176 a Caraglio (+39)0171618114 Chiuso il martedì


PAGANESSI Pasticceria in Via Roma 166 a Caraglio (+39)0171618569 Chiuso il lunedì. Dal martedì al venerdì aperti a pranzo. Prodotti di pasticceria fresca e secca, dolce e salata


PLAZA Cafè in Via Cesare Battisti 5 a Caraglio. Chiuso il lunedì


Birreria

zot

ZOT – Public House & Ristobar in Via Gioberti 4 a Caraglio (+39)3467662520 (+39)3409230461 Chiuso il lunedì Panini, focacce e hamburger per tutti i palati, con una vasta offerta di birre alla spina. Tolto durante il giorno di chiusura, il locale è praticamente sempre aperto fino a tarda ora 


Gelateria

GELAPAJO in Frazione Vallera 82 a Caraglio (+39)0171300220 (+39)3457015247 (+39)3356744068 Aperti tutti i giorni ore 11-23.30


Gelateria PECCATI DI GOLA in via Roma 133 a Caraglio




——— VALLE GRANA ———



Montemale


Trattoria DEL CASTELLO in Via Roma 24 a Montemale (+39)0171904169 (+39)3202788261 (+39)3394416071 Cucina piemontese e occitana


Valgrana


Agriturismo LA PORTA in Frazione Cavaliggi 47 a Valgrana (+39)017198403 (+39)017198243 Chiuso il lunedì, martedì e mercoledì. Cucina piemontese


Birreria L’ABARADAN in Via Galimberti 5 a Valgrana (+39)017198179


Locanda Occitana DELLA SOCIETÀ in Via Duccio Galimberti  19 a Valgrana (+39)017198216 (+39)3479050585 Chiuso il martedì


Ristorante DEL VIALE in Piazza G. Marconi 3 a Valgrana (+39)017198100 Apertura annuale (chiuso a novembre, luglio, agosto e febbraio) Cucina piemontese e occitana, Specialità: fritto misto, gnocchi al Castelmagno, cinghiale al civet


Ristorante Pizzeria AR COLOSSEO in Via Caraglio 11 a Valgrana (+39)017198224 Chiuso il lunedì. Cucina tipica romana e specialità di pesce


Monterosso Grana


Agripiola LOU PORTI in Borgata Levata 14 a Monterosso Grana (+39)0171989191 (+39)3290097484 (+39)3384259218 Aperto il sabato e la domenica. Cucina piemontese e occitana, con prodotti biologici dell’azienda agricola


Agriturismo IL FALCO in Borgata Cascinetta 21 a Monterosso Grana (+39)0171989198 Aperto tutti i giorni a luglio e agosto. Aperto venerdì, sabato e domenica nei restanti mesi. Cucina tradizionale casalinga, specialità: gnocchi al Castelmagno, bagna caoda, uova ripiene, torta ai porri, ula al forno, tagliatelle, formaggio, torta e frittelle di mele


Agriturismo LA BRAIDA in Borgata Levata 2 a Monterosso Grana (+39)0171989143 (+39)3402284291 Cucina piemontese e occitana


Trattoria AQUILA NERA in Via Mistral 70 a Monterosso Grana (+39)017198752 (+39)3393763811 Cucina piemontese e occitana


Ristorante Birreria ‘NA BELA GRANA in Via Mistral 67 a San Pietro di Monterosso Grana (+39)3338663675 La birreria propone birre artigianali di soli produttori italiani accompagnate da panini, snack, piatti caldi e freddi


Pradleves


lou mountagnin

Pub & Pizzeria LOU MOUNTAGNIN in via IV novembre 66 a Pradleves (+39)3313453981 Chiuso il lunedì Il posto ideale per rilassarsi con gli amici, parlare di sport e montagna in libertà, con pizza e birra dal gusto alpino


Ristorante TRE VERGHE D’ORO in Via IV Novembre 129 a Pradleves (+39)0171986116 (+39)3349317947 Apertura stagionale (chiuso dal 01/01 al 19/02) Chiuso il martedì nei periodi fuori stagione. La cucina offre svariati piatti della tradizione piemontese, il menù varia a seconda della stagione.


Ristorante ANTICO ALBERGO DEL MOLINO in Via IV Novembre 157 a Pradleves (+39)0171986129 (+39)3355447172 Chiuso il giovedì. Cucina tipica piemontese, con ingredienti locali e genuini, lavorati a mano come da tradizione. Specialità: ravioles al Castelmagno, la mato, fritto misto, selvaggina al civet, trote


Ristorante LA PACE in Via IV Novembre 37 a Pradleves (+39)0171986126 (+39)3394070233 Apertura stagionale (chiuso dal 01/11 al 19/04) Cucina tipica e tradizionale, piatti poveri della cucina occitana


Ristorante LA TANO DEI SARVANOT a Riosecco di Pradleves (+39)017586472 (+39)3358258089


Trattoria LEON D’ORO in Via IV Novembre, 51 a Pradleves (+39)0171986506 (+39)3381788444 Chiuso il martedì. Cucina tipica piemontese e occitana, Specialità: gnocchi al castelmagno, ravioli casarecci, faraona al forno, scaloppine ai funghi, cinghiale


Castelmagno


Agriturismo DES MARTIN a Castelmagno Borgata Valliera x info e prenotazioni (+39)3423620067 Offre la possibilità di consumare i pasti nel Rifugio Alpino “La Valliera” sito a pochi passi


Bar Ristorante REGINA DELLE ALPI in Via Don Mascarello 4 a Castelmagno Località Santuario di San Magno (+39)0171986366 (+39)3397443976 Apertura stagionale (da aprile a ottobre). Chiuso il mercoledì. Cucina tradizionale piemontese


Osteria DA MARI’ in Via Don Bernardino Galaverna 20 a Castelmagno Frazione Colletto (+39)0171300407 (+39)3473468620 Cucina tipica piemontese e della tradizione occitana


Ristorante LA FONT in Via Giordano e Marino 7  a Castelmagno Frazione Chiappi (+39)0171986370 (+39)3347797017 Chiuso il giovedì. Cucina occitana tradizionale con prodotti rigorosamente locali scelti dagli stessi proprietari e sapientemente lavorati, specialità: ravioles al Castelmagno, insalata di Castelmagno, “poulento esleschà”.  Formaggio Castelmagno di primissima scelta, con stagionatura di almeno 4 mesi


Ristorante LA MEIRO in Via dei Pinet a Castelmagno Frazione Chiappi (+39)3386261222 (+39)3662271614 (+39)3356931946 Produzione e stagionatura formaggio Castelmagno


Ristoro DEL PELLEGRINO in Via Don Mascarello a Castelmagno Località Santuario di San Magno (+39)0171986178 Aperto solo a luglio e agosto. Cucina piemontese e occitana


Trattoria DEI CACCIATORI in Via A. Viglione 1 Frazione Einaudi di Castelmagno (+39)0171986112 (+39)3384417166 Chiuso il lunedì. Cucina piemontese e occitana. Specialità: ravioles al Castelmagno, manzo affumicato con Castelmagno, castelagno con miele e mirtilii


Trattoria LA SUSTA in Via Pietro Viano 8 a Fraz. Campomolino di Castelmagno (+39)0171986242 (+39)3396813157 Cucina piemontese e occitana


Testi e ricerche a cura di Matteo Gazzera

N.B. La presente guida è stata realizzata a puro scopo informativo. Per evitare di fare inutili giri a vuoto, vi consigliamo comunque di contattare sempre prima la struttura individuata. Eventuali incoerenze, errori, variazioni, omissioni,…  riportate sono da considerarsi involontarie e non volute, per ogni tipo di segnalazione abbiamo lasciato aperta qui sotto, una finestra dedicata ai commenti. Per qualunque altra cosa, vi invitiamo a chiamarci o a scriverci, i nostri riferimenti li potrete trovare nella pagina dei contatti. Con la speranza di aver fatto cosa gradita nel redigere questa breve guida, vi invitiamo a scoprire i ristoratori locali e di valle, che sapranno sicuramente mettervi a vostro agio, cercheranno di soddisfare qualunque vostra esigenza di palato e stimolare le vostre curiosità culinarie sulla cucina tradizionale piemontese o tipicamente occitana.

Matteo Gazzera

 

matteo gazzera

Ciao sono Matteo Gazzera e con mio fratello gestisco il B&B Dolce Caraglio, mi potete trovare anche su Facebook o Twitter

Ho raggiunto i quaranta, sono di Caraglio, un cuneese di montagna e condivido i miei spazi con la mia compagna, nostro figlio, una gatta e qualche pianta qua e la. Pratico il Tennis Tavolo, mi occupo di architettura e design, appassionato di cultura popolare, nel tempo libero mi interesso di musica, film e tecnologia.

Lavora come libero professionista nel mio studio di progettazione dal 2008 e di tanto in tanto mi diverto ed esercito consulenze qua e la. Al calcio preferisco un programma condotto da qualcuno della famiglia Angela. Sono un amante del Pastis e aibofobico dal 2007.